Crema: maltrattamenti e gravi lesioni alla moglie. Pregiudicato cremasco arrestato.

1 febbraio 2013 – I sanitari dell’ospedale di Crema, dopo aver ricoverato una 40enne con un’importante frattura alla mandibola, dovuto a un trauma non ben chiarito dalla donna, sospettando di essere alla presenza di una violenza familiare, hanno richiesto l’intervento dell’anticrimine. Le indagini compiute dai militari hanno portato alla luce un tipico caso di maltrattamenti in famiglia. Con la drammatica e sofferta testimonianza della vittima di abusi e le dichiarazioni di numerosi testimoni, l’orrido quadro si svelato in tutta la sua drammaticità. La ricostruzione delle minacce, degli abusi e delle violenze sopportate dalla 40enne, ha permesso al Pm di far richiesta di carcerazione del marito-orco. La donna, già negli scorsi anni aveva più volte avuto la necessità di avvalersi delle cure dei medici per i vari traumi, escoriazioni e lesioni subite che però, la stessa, celava sotto il pesante velo di non mai ben specificati incidenti domestici. Quando i militari, col mandato disposto dal Gip, si sono presentati presso l’abitazione della donna per arrestare il marito violento, questa, ormai psicologicamente succube dell’uomo, ha inutilmente tentato di impedirne l’accesso. I carabinieri, una volta entrati nell’appartamento hanno trovato l’uomo, un 41enne pluripregiudicato -S.R. le sue iniziali-, nascosto nella camera del figlio con le valigie già pronte per la fuga. Il marito-orco, che ora si trova rinchiuso nel carcere di Cremona, dovrà rispondere dell’accusa di “gravi violenze in ambito familiare”.

Commenta con Facebook

Commenti

notizie Crema , , , , , , , ,

Related Listing

Inserisci il tuo commento

Clicca sulle stelle per dare un voto :

Invia ad un amico

Captcha Verification
captcha image

Contattaci

Captcha Verification
captcha image

CremaIn

CremaIn è il portale di riferimento di Crema e dintorni che ti permetterà di far conoscere la tua attività, i tuoi prodotti,servizi, fiere, eventi. Se vuoi entrare anche tu su CremaIn o nel network, clicca e portare la tua azienda in primo piano clicca qui

Ultimi inserimenti

Commenta con Facebook

Commenti